grande successo :esposizione delle opere dell'artista Carmela Arcidiacone e presentazione del libro :Facebook... ho chiesto l'amicizia a Dio di Filippelli Vincenzo

è stato un gran successo....ma è solo l'inizio!!!

chi ama leggere e ascoltare storie sente ciò che così efficacemente uno scrittore come Marcel Proust affermava:"solo attraverso l'arte possiamo uscire da noi, sapere che cosa vede un altro di un Universo che non è lo stesso nostro e i cui paesaggi rimarrebbero per noi non meno sconosciuti di quelli che possono esserci sulla Luna. grazie all'arte anzichè vedere un solo mondo, il nostro, lo vediamo moltiplicarsi".
il romanzo di Vincenzo Filippelli, ci introduce, infatti, in un mondo portatore di quella faccia della realtà con cui è più faticoso e pauroso tenere aperti i legami come appunto: la malattia,la dipendenza,l'incapacità...attraverso la sua storia, ci mette in contatto con la pluralità connessa alla parola DIVERSITA'.
infatti, c'è la diversità evidente, fisicamente tangibile; c'è la diversità immaginata,interiore, fondata sulla paura, sul tradimento, sull'errore, quella legata più che altro all'apparire, all'auto-accettazione ed è una diversità comunissima nella nostra epoca in cui più che essere si deve apparire(come quella di Olga e di Roberto).
infine,c'è la diversità dichiarata,cioè l'accettazione della diversa condizione.il romanzo ci conduce attraverso la lettura alle parti più intime del sè e nei rapporti con gli altri e con Dio.
vi consiglio di leggerlo......................

  • Pubblicata venerdì 13 agosto 2010

  • Da Carmela Arcidiacone

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Carmela Arcidiacone) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatavenerdì 13 agosto 2010