omaggio

L’ho conosciuta e apprezzata nel corso seconda estemporanea di Pittura (4 giugno1989) dal titolo “Vinedde, gafii, catoi” di Rossano, organizzata nel cuore del Centro Storico de “La Bizantina” dal Gruppo Artisti Rossanesi, benemerito sodalizio allora guidato dall’indimenticabile Luca D’Amico, che mi vide addetto stampa per lungo tempo. In quell’occasione a Carmela Arcidiacone assegnammo il I° Premio per l’opera “Vico Carignola”.
Ho seguito il percorso artistico di Carmela Arcidiacone con il Gruppo Artisti Mirtesi, voluto dai D’Amico di Mirto Crosia; poi… l’ho persa di vista, perché impegnata nel mondo della scuola ad insegnare la lingua e la letteratura italiana alle giovani generazioni.
Oggi Carmela Arcidiacone è tornata alla pittura. Il suo raffigurare il mondo attraverso i colori è in continua evoluzione come il mondo femminile. Infatti, proprio la donna è al centro del suo mondo pittorico.
La sua è una donna piena di luce, come i suoi quadri caratterizzati dalla luminosità e dalla solarità; di un’artista luminosa e solare alla quale auguro di raggiungere mete sempre più alte, soprattutto nella vita

PIER EMILIO ACRI
Giornalista e scrittore

  • Pubblicata venerdì 08 agosto 2008

  • Da Carmela Arcidiacone

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Carmela Arcidiacone) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatavenerdì 08 agosto 2008