Biografia

Biografia




Nota biografica

Il pittore Paolo Capitelli nasce a Milano il 19 dicembre 1971 e, dopo essersi là diplomato, si trasferisce a Farini d'Olmo, provincia di Piacenza. Cioè il paese d'origine dei genitori, nella media-alta Val Nure, in un contesto ameno e riposante dove attualmente ha lo studio. Dopo un breve periodo figurativo nei primi anni '90, indicativamente fino al 1996, si sposta verso una pittura più personalizzata pur mantenendo sempre un un filo rosso con il reale, il paesaggio dell'amata Val Nure in particolare. Attribuisce però più importanza al colore, alla matericità e all'essenzialità dell'opera spostandosi - lentamente, ma consapevolmente - verso l'astrazione. In anni di studio e di specifico approfondimento disciplinare, si interessa alla grande pittura italiana ed europea del Novecento, in particolare all'Informale italiano ed europeo. Studia l'approccio - anche il significato della ricerca pittorica - di giganti come Nicolas De Staël, William Grosvenor Congdon, Alfredo Chighine, Miguel Barcelò e Gino Moro. Particolarmente importante per la sua formazione in questi anni sono i contatti e gli scambi con il pittore Paolo Vincenzo Novara di Piacenza, scomparso nell'aprile del 2008, con il quale ha stretto un rapporto di stima e di reciproca ammirazione. Dopo aver visitato e frequentato importantissimi musei italiani e stranieri - fra gli altri in particolare gli Uffizi a Firenze ed esserne rimasto stregato - realizza dipinti di grandi dimensioni sia su muri che su pannelli. Alla metà degli anni novanta cresce stima della grande committenza ed importanti collezionisti si accorgono di lui, della sua pittura colorata e sempre più mossa e fantasiosa. Fra gli altri la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza ora Cariparma, la Banca di Piacenza e la Reale Mutua Assicurazioni di Piacenza acquistano sue opere. Dopo un periodo di isolamento e di riflessione in cui volutamente dirada le mostre - sia personali che collettive - per affinare il proprio stile compreso fa 1997 e 2007, Capitelli riprende con rinnovato vigore. Da allora è stato un crescendo di affermazioni presso pubblico e critica anche nazionali. Sue significative composizioni si trovano presso gallerie non solo piacentine sempre più importanti ed altre ancora in diverse collezioni private anche straniere. Negli ultimi anni aumentano i contatti, sono più frequenti le opportunità di lavoro sia in Italia che all'estero. Nel 2015 dona la tela “Betulle in fondo al bosco” alla “Casa Protetta” di Farini d’Olmo. Sempre nello stesso anno - sotto l'Alto Patronato di S.A.S. Principe Sovrano Alberto II di Monaco e del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella - in occasione della "XVa settimana della Lingua Italiana nel mondo", Capitelli espone una serie di opere dedicate alla musica italiana nel Principato di Monaco. La personale, curata dalla "Casa d'aste Iori" di Piacenza di Stefano Iori, riscuote notevole successo anche perché le tele erano state appositamente preparate. La "Galleria Biffi Arte", una struttura espositiva fra le più prestigiose non solo di Piacenza, gli dedica allora una personale curata da Fabio Bianchi e da Susanna Gualazzini. Fra l'altro gli vengono dedicate interviste e riconoscimenti da, rispettivamente, l'associazione culturale "Amici dell'Arte" di Piacenza e "Lions Club International" sempre di Piacenza. Nel settembre 2016 nelle sale del duecentesco Palazzo del Podestà di Castell'Arquato, grazie all'amico artista Bruno Missieri, espone le sue opere in una rassegna curata dall'Officina dell'Arte e patrocinata dal Comune di Castell'Arquato. Sempre nello stesso anno viene inserito nel prestigioso "Catalogo dell'Arte Moderna (C.A.M)" Mondadori 2016. Fra le rassegne la personale ospitata nello Spazio Rosso Tiziano a Piacenza. Risale, infine, sempre a questo stesso periodo, la profonda amicizia con il pittore ligure Luiso Sturla. Nell'autunno 2017 spinto dal desiderio di fissare anche nella parola scritta la propria riflessione artistica elabora i "Formulandi", una serie di cartelle concepite quali sintesi tra pittura e brevi scritti.
Nell'ottobre 2019 si cimenta nella forma più moderna dell'arte, la cinematografia realizzando un docufilm sulla sua storia di pittore. In collaborazione con l'amica Maria Vittoria Gazzola, fissa nella pellicola, intitolata "I colori dell'acqua", il suo ritratto di artista, la sua evoluzione, i brani della sua ricerca del colore come materia, come risposta alle sue inquietudini, il divenire di una estetica sempre in mutamento, come è la vita, come l'acqua che sfugge alla presa, scorre ora lentamente ora in vortici, che trascina e nello stesso tempo deposita a futura memoria.. Scene, immagini, suoni, voce e colori mixerati poi con la tecnologia dello Studio Cravedi Produzione Immagini.
Una sua opera fa parte della raccolta artistica della Galleria Alberoni.
Nel 2020 l'artista ha realizzato sul muro di difesa spondale dell'abitato di Farini (in provincia di Piacenza) un'opera murale di ventiquattro mq, dal titolo "Rinascita". Nello stesso anno il volume "Capitelli, I luoghi segreti" dedicato alle sue opere (Grafiche Lama, Piacenza) è entrato a far parte delle raccolte della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.



Su Capitelli nei decenni passati - cioè dai primi del '90 ad oggi - hanno via via scritto: Anna Anselmi, Gigliola Assali, Duilio Aurini, Nicola Bergonzi, Fabio Bianchi, Silvia Bonomini, Cristian Brusamonti, Paolo Colagrande, Enio Concarotti, Gabriele Faravelli, Carlo Francou, Elena Gavazzi, Maria Vittoria Gazzola, Susanna Gualazzini, Luigi Guerci, Fabio Lunardini, Bruno Missieri, Elisa Molinari, Piero Molinari, Mauro Molinaroli, Renata Navalesi Gerevini, Elisabetta Paraboschi, Nadia Plucani, Maria Adele Provini, Gianfranco Scognamiglio, Susanna Seghini, Luiso Sturla, Roberto Tagliaferri, Gabriella Torricella e Marco Vincenti. Si tratta sia di critici d'arte che di giornalisti che di uomini di cultura non solo piacentini a riprova dell'attivismo dimostrato dal pittore in questi anni.

Bibliografia

Voglia di pittura, 1994, Paesaggi e colori, 1998, Sensazioni d'estate, 2000, Notte e colori di luna, 2002, Natura informale, 2009, Sentimento naturalistico, 2010, L'essenza dei luoghi, 2014, Capitelli dipinti, 2014, Colore, segno, vita, 2015, Viaggio nel colore. La "nuova" pittura di Paolo Capitelli, 2015, Il colore nella musica, 2015, Piacenza a colori, 2016, Uno sguardo sull'infinito, 2016, Catalogo Mondadori, 2016, Di paesaggi e di visioni, 2017, Di colori, di paesaggi e di visioni, 2018, Capitelli, 2018, I luoghi segreti, 2019.