Loading

BIOGRAFIA

Formazione artistica

Veneta di origine ed emiliana di adozione, Sabrina Veronese, consegue la Maturità Magistrale e per molti anni svolge il ruolo di assistente amministrativo presso diverse aziende. Sin da bambina è attratta dal disegno e dall'uso dei colori che ama sfumare, impastare e combinare per ottenere sempre tonalità diverse e vince la sua prima estemporanea di pittura a soli undici anni.
Dopo un periodo di distacco, ritorna all'arte precisamente all'Astrattismo ma, poi si sposta verso un figurativo vibrante, contemplativo e meditativo, che la avvicina al Metafisico, quella parte del Surrealismo più legata a significati nascosti, a riflessioni sulla vita e sulla dimensione dell'uomo, del suo sogno, dell'invisibile che diventa essenziale e dell'essenziale che spesso è invisibile.
Nelle sue opere non riesce a prescindere da un'altra delle sue passioni, l'Astronomia, anche nei suoi risvolti astrologici, che la guida verso uno stile in cui usa l'universo, lo spazio sopra l'uomo, per raccontare i disagi, le paure e le distanze dalla parte più fragile e intima dell'uomo stesso.
Ha frequentato numerosi corsi e lezioni per approfondire le varie tecniche pittoriche e soprattutto la storia e il significato simbolico dei colori. Si esprime utilizzando carboncino, acrilico, olio su tela e negli ultimi anni realizza le sue opere con la tecnica dell'affresco inserendo elementi della terra come pietre, sassi, gesso, polvere di quarzo e colori a olio ricchi di pigmenti cangianti creando una sorta di bassorilievi a dar risalto alla sua poetica di immaginalista visiva.
Per la ricerca artistica si è vista conferire il titolo di Maestro d'Arte da Carla d'Aquino Mineo Presidente del Centro Accademico Maison d'Art di Padova.
È affiliata alla Circle Foundation of the Arts di Lione e le è stata conferita la Laurea Honoris Causa dell'Accademia Internazionale dei Dioscuri.
È artista ospite dell' Associazione Cento Pittori Via Margutta di Roma.
Fa parte dei "Moovartist", artisti emergenti selezionati e promossi dalla Fondazione di ricerca scientifica Amedeo Modigliani, con cui ha partecipato alla Biennale "Co-Expo 2020" allestita nel prestigioso Museo Storico Fondazione Franco Zeffirelli e, inoltre, la sua opera olio su tela "Jeanne" selezionata fra centinaia arrivate da tutto il mondo, è esposta permanentemente sul nuovo portale www.tributoamedeomodigliani.art nato da un'idea e dalla volontà della Fondazione di rendere omaggio e di celebrare il centenario della scomparsa del grande Maestro.
Un'artista poliedrica e completa che affascina con una Metafisica contemporanea coinvolgente realizzata con una tecnica di grande livello.

Ha curato diverse mostre personali, l'ultima dal titolo “Imaginary Cosmos” nel 2019 ha avuto luogo a "Palazzo Principi" di Correggio (RE) sede del Museo, nello stesso anno viene salezionata personalmente da Vittorio Sgarbi per partecipare alla I Edizione della mostra "I Mille di Sgarbi" e durante la 58^ Biennale di Venezia partecipa alla mostra curata dallo storico e critico d'arte Giorgio Gregorio Grasso presso le sale di Palazzo Zenobio.
Su invito di Arianna Sartori ha realizzato due opere per la Collezione "Adalberto Sartori", "20x20" Progetto per un Museo - Mantova.
È stata invitata da Daniele Crippa, Presidente del Museo del Parco di Portofino, a realizzare un'opera ispirata al tema degli angeli che riprodotta a mano su di una piastrella in ceramica verrà applicata sulle pareti interne della "Chiesa degli Angeli" in Argentina. Al progetto hanno aderito numerosi artisti di tutto il mondo e vede la partecipazione di nomi illustri dell'arte contemporanea internazionale come Mimmo Paladino, Giosetta Fioroni, Mirella Bentivoglio, William Serra.
È stata selezionata per "Italians for Expo" dal Prof. Giammarco Puntelli commissario e curatore delle mostre ufficiali all'Expo 2021 Abu Dhabi - Dubai e sarà presente con un'opera inserita in un docu-film prodotto dal regista Riccardo Canini.
A maggio 2021 è stata pubblicata online la mostra pittorica "L'energia cosmica nell'arte di Sabrina Veronese" con la curatela della Dott.ssa Elena Gollini https://lemostreonlinedielenagollini.wordpress.com/energia-cosmica-arte-sabrina-veronese
Ha preso parte, ottenendo consensi dal pubblico, ma anche dalla critica, da collezionisti e operatori del settore, a concorsi e a molte rassegne collettive nazionali e internazionali in prestigiose gallerie e sale museali in numerose città, fra cui Roma (Palazzo Velli -Expo, Arte Borgo Gallery, Sala del Cenacolo nel Complesso di Vicolo Valdina – Camera dei Deputati, Luxart Gallery), Bruges in Belgio (Sala Mozart Oud Sint-Jan Museum), Bologna (Galleria Wikiarte e Galleria Farini Concept), Firenze (Museo Storico Fondazione Zeffirelli e Galleria Merlino), Torino (Museo MIIT), Genova (Palazzo Stella), Londra (Arthill Gallery), Parigi (Carrousel du Louvre), Lerici, SP (Castello San Giorgio), Venezia (Galleria Accorsi Arte e Palazzo Zenobio), Cervia, RA (Magazzini del Sale), Milano (Galleria Spazio M'Arte di Brera e Fabbrica del Vapore), Montecosaro, MC (Palazzo Comunale), Acri, CS (Palazzo Falcone e dei Principi Sanseverino), Pontremoli MS (Palazzo Comunale), San Giuliano Milanese, MI (Complesso monumentale Rocca Brivio Sforza), Madrid (Ateneo de Madrid, Sala Prado).

TEMATICHE

Da alcuni anni, la tematica centrale riguarda il Cosmo, inteso sia come micro che macrocosmo e le opere sono tutte realizzate con la tecnica dell'affresco su gesso, polvere di quarzo, pietre, sassi e colori a olio.
Insieme alla serie "Cosmos", ultimamente ha iniziato a produrre la serie "Petroglifi", liberamente ispirata alle incisioni rupestri che si trovano sparse su tutto il nostro pianeta, come ad esempio a San Francisco de Miculla, vicino a Tacna in Perù e il sito denominato Newspaper Rock nello Stato dello Utah negli Stati Uniti.
Con alcuni dipinti figurativi, olio, su tela, ha affrontato il tema della femminilità con opere come "Nude", "Sguardo", "La Loba" e in altre il tema della libertà come ad esempio "Libertà di parola" e "Libertà di vedute"

CATALOGHI e PUBBLICAZIONI

2021 - "Terre di Luna" editoriale Giorgio Mondadori, libro a cura di Annalisa Puntelli Sacchetti, pagg.52/97/111 - cod. ISBN:978-88-374-1935-6
2021 - Catalogo "Infinity Art", Ateneo de Madrid, Sala Prado - Espana.
2021 - "Archivio" mensile di arte e cultura/anno XXXIII, n.7 - pubblicazione dell'opera "Segni del tempo" facente parte della Collezione "Adalberto Sartori", Mantova - pag. 35
2021- "Divina Commedia" illustrata da artisti contemporanei a cura di Giorgio Gregorio Grasso, editore "Istituto Nazionale di Cultura" - pubblicazione dell'opera "E quindi uscimmo a riveder le Stelle..." (Inferno XXXIV,139) - pag.261.
2021 - "Enciclopedia dell'arte contemporanea italiana" Volume 1, a cura di Giuseppe Giglio storico dell'arte e Jean-Francois Pugliese, pagg. 116/117 - cod. ISBN: 9788832296259.
2021 - "I Maestri Italiani del Colore 2020 nel Mondo" Antologia di artisti a cura del Prof. Salvatore Russo, pag. 167
2021 - "La Voce agli Italiani" del 29 aprile, quotidiano nazionale online, articolo "La Cosmologia nell'arte di Sabrina Veronese" recensione a cura della scrittrice e critica d'arte Arianna Di Presa.
2021 - "Gazzetta di Reggio" del 1 Febbraio articolo "Sabrina Veronese selezionata dalla Fondazione Modigliani".
2021 - "Artisti Italiani 2021" Catalogo Sartori d'arte moderna e contemporanea a cura di Arianna Sartori - pag 422/423 - cod. ISBN: 978-88-943559-9-4
2020 - Catalogo dell'Arte Moderna CAM n.56, Editoriale Giorgio Mondadori, pag. 455 e nella sezione proposte artisti 2020/2021 pag.128 - cod. ISBN: 978-88-374-1906-6
2020 - Volume "Art Leader" Guida all'Investimento a cura di Angelo Crespi - pagg. 712/713 - codice ISBN: 978-88-943970-3-1
2020 - Catalogo "Virtute Flavo", testi a cura di Jean-Francois Pugliese e Mery Rose Florio - pagg. 72/73 cod. ISBN: 978-88-32296-27-3
2020 - “Artisti '20” Annuario Internazionale d'Arte Contemporanea, testi a cura di Luca Beatrice, Angelo Crespi, Philippe Daverio, Vittorio Sgarbi – pagg.469,1160,1325 - codice ISBN: 9-788894-397093.
2020 – Catalogo “Permanente dell'Arte Contemporanea Italiana”, Palazzo Falcone & dei Principi di Sanseverino, Acri – testi a cura di Giuseppe Giglio e Gianfranco Pugliese - pagg. 122/123 – codice ISBN: 978-88-32296 17-4
2020 - "Il Notiziario" A.I.A.M (Accademia Internazionale d'Arte Moderna) di Roma, trimestrale di arte e cultura/anno XLV, n° 2 giugno/settembre 2020, pag. 31.
2020 - “Art Now” periodico d'arte, diretto da SandroSerradifalco, numero di marzo/aprile pag.125 e numero di gennaio/febbraio, pag.134
2019 - “Gazzetta di Reggio” quotidiano, articolo in occasione della mostra personale dal titolo “Imaginary Cosmos”.
2019 - “L'Opinionista” del 29 novembre giornale online, recensione critica a cura della scrittrice e critica d'arte Marta Lock, “Sabrina Veronese, lo spazio cosmico per indagare sull'interiorità e i dubbi dell'uomo”.
2019 – Catalogo “Casa d'Aste Gigarte” Arte Moderna e Contemporanea, asta del 18 settembre 2019.
2019 – Catalogo “Premio Città di Montecosaro” 8^ Edizione.
2019 – Catalogo “I Mille di Sgarbi”, una selezione di artisti scelti personalmente da Vittorio Sgarbi.
2019 – Catalogo “Premio Ligures” 6^ Edizione.
2018 – Catalogo “From Bologna to London”, Galleria Farini di Bologna, archiviato presso la Bliblioteca della Università “Carlo Bo” di Urbino.
2018 - “Annuario d'Arte 2018” a cura di Francesca Bogliolo.
2018 – Catalogo Accorsi Arte “Biennale di Venezia”, Galleria Arsenale.
2018 – Catalogo “SaturArte” 23° Concorso Nazionale d'arte contemporanea, Palazzo Stella, Genova.
2018 – Catalogo “Satura International Contest” III Edizione, Palazzo Stella, Genova.
2018 – Catalogo “Futurarte 2018”, Museo MIIT di Torino.
2017 – Catalogo “Una solida leggerezza”, mostra ospitata presso il Complesso di Vicolo Valdina, Camera dei Deputati di Roma.
2017 – Catalogo “Traces de vie” Galleria Wikiarte di Bologna,
2017 – Catalogo “Art Sensation 2” Arte Borgo Gallery di Roma.
2017 - “Il Titolo” periodico di arte, cultura e spettacolo, intervista “La leggerezza del tratto”.

ATTESTATI e PREMI

- Partecipazione al Premio Istituzionale Internazionale "Enrico Ferri amico degli artisti", Pontremoli (MS) - 2021
- Riconoscimento del Premio Internazionale per l'Arte e la Cultura "Dante Alighieri e l'Acheronte" conferito dall' Accademia Internazionale dei Dioscuri - 2021.
- Ammessa dal Comitato scientifico della Fondazione Amedeo Modigliani a partecipare alla "Biennale Venezia Modigliani Opera Vision" che avrà luogo al Complesso Monumentale La Pietà - 2021/2022
- Ammessa dal Comitato Curatoriale a partecipare alla XIII Florence Biennale - Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea e Design di Firenze che si svolgerà presso la Fortezza da Basso - 2021
- Riconoscimento "Dioscuro d'oro 2020/21 nel Mondo" conferito in occasione dei 40 anni di Storia e Attività dell'Accademia (1980/2020).
- Certificato di "Eccellenza Artistica" conferito da Galleria Milanese, direttore Roseli Crepaldi - gennaio 2021.
- Attestato di Merito alla selezione finale del Trofeo Internazionale "Medusa Aurea 43^ Edizione" categoria Pittura, rilasciato dal Consiglio di Presidenza dell'Accademia Internazionale d'Arte Moderna di Roma, anno accademico 2019/2020.
- Attestato di partecipazione alla selezione internazionale del "Luxembourg Art Prize 2020" rilasciato dalla Commissione Artistica della Pinacotheque, Museo del Granducato di Lussemburgo.
- Conferimento Critico Europeo per le Arti Visive “Trofeo Artista dell'Anno 2020” ricevuto dalla Commissione critica di ArtExpò Gallery. Opera premiata “In The Future”.
- Conferimento "Alta Onorificenza Artistica" e "Premio in argilla cotta" alla Permanente dell'Arte Contemporanea Italiana, Palazzo Falcone e dei Principi Sanseverino, Acri (CS) - gennaio 2020.
- Riconoscimento “Artista di Avanguardia”, con la supervisione di Vittorio Sgarbi – aprile 2020.
- “Premio della Critica” 2020 e "Attestato di Merito Artistico" ricevuto da ArtNow, Serradifalco Edizioni.
- “Premio di Rappresentanza Galleria Artem di Bratislava”, direttore Dott. L'uboslav Moza storico e critico d'arte, alla 8^ edizione Rassegna Internazionale d'Arte “Premio Città di Montecosaro” (Mc) 2019. Rassegna insignita negli anni da: Medaglia del Presidente della Repubblica, Medaglia del Senato della Repubblica, Medaglia della Camera dei Deputati.
- “Premio Speciale della Giuria” alla 6^edizione Rassegna Internazionale “Premio Ligures” 2019.
- Attestato di stima, merito e qualità per la mostra “Futurarte” 2018, Museo MIIT di Torino, rilasciato dal Comitato scientifico preposto alla selezione delle opere.
- Artista Segnalata tra i finalisti del III Concorso Internazionale d'Arte Contemporanea – “Satura International Contest 2018”.
- Artista Segnalata tra i finalisti del 23° Concorso Nazionale d'Arte Contemporanea “SaturARTE 2018”- Genova
- Le sue opere sono inserite per meriti artistici nell'Archivio Storico del Centro Accademico Maison d'Art di Padova (nell' Albo d'Onore degli Artisti Italiani e in Antologia Critica)
- E' presente nell'art blog fra gli “Artisti Selezionati” dalla curatrice, giornalista e critica d'arte Dott.ssa Elena Gollini.
- Ha esposto alla mostra permanente del MACO Museum di Veroli, Fr (periodo 2019/2020)
- Certificato di Artista in Permanenza presso Artexpertise, Galleria Merlino di Firenze (periodo 2017/2019)
- Artista in permanenza sul Totem Kiosk Museale del Museo MIIT di Torino.

VALUTAZIONE ARTISTICA

Come si evince dalla scheda di Valutazione Economica a pagg. 712/713 del Volume "Art Leader" Guida all'Investimento a cura di Angelo Crespi, si determina il coefficiente (2,5) per quotare l'Artista Sabrina Veronese e calcolare il valore o il prezzo di ogni sua opera.

L'artista è presente sui portali di Artprice, ArsValue e Barnebys con quotazioni ufficiali delle proprie opere, le quali presentano tutte il Certificato di autenticità (autentica su foto dell'artista).
Ha partecipato con una propria opera all 'Asta pubblica del 18 settembre 2019 di Gigarte Casa d'Aste, a fianco dei migliori maestri dell'Arte Contemporanea. L'opera dal titolo "Cosmos man" è stata aggiudicata durante la battuta d'asta.
https://www.arsvalue.com/it/lotti/402220/sabrina-veronese-cosmos-man-2018?nav=True
https://www.barnebys.it/aste/lotto/sabrina-veronese-sufwqUB5jj

MOSTRE

Fra le mostre più significative:

- Madrid - Luglio 2021, "Infinity Art" mostra internazionale di arte contemporanea presso la Sala Prado dell'Ateneo de Madrid.
- Pontremoli (MS) - Luglio 2021, "Terre di Luna" mostra in omaggio ai libri di Luciano De Crescenzo in occasione del "Premio Bancarella" presso il Palazzo Comunale.
- San Giuliano Milanese (MI) - Luglio 2021, mostra dedicata alla Divina Commedia presso il Complesso monumentale "Rocca Brivio Sforza".
- Roma - Ottobre 2020, mostra presso Palazzo Velli per la 43^ Edizione del Premio Internazionale Trofeo "Medusa Aurea" dell' Accademia Internazionale d'Arte Moderna di Roma.
- Firenze – Marzo 2020, Biennale “Moovart Co-Expo 2020”, evento promosso dalla Fondazione di ricerca scientifica Amedeo Modigliani presso il Museo Storico Fondazione Zeffirelli.
- Cosenza – Gennaio 2020, Permanente Dell'Arte Contemporanea Italiana presso il Palazzo Falcone & Dei Principi Sanseverino, sede del MACA Museo Arte Contemporanea Acri.
- Roma – Gennaio 2020, mostra di Selezione per la XIII edizione della Biennale Internazionale d'Arte di Roma 2020, presso LUXart Gallery di Trastevere. Artista selezionata.
- Milano – Luglio 2019, “International Contemporary Art, Fabbrica del Vapore, 2019”, a cura del Prof. Giorgio Grasso con il patrocinio del Comune di Milano.
- Montecosaro (Mc) – Giugno/Luglio 2019, 8^ Edizione rassegna internazionale d'arte “Premio Città di Montecosaro” presso Palazzo Comunale.
- Milano, Brera – Giugno 2019, “La Pittura Figurativa a Brera”, mostra Internazionale d'Arte Contemporanea a cura del Prof. Giorgio Grasso, presso la Galleria Spazio M'Arte di Brera.
- Cervia (Ra) – Maggio/Giugno 2019 I Edizione “I Mille di Sgarbi”, mostra d'Arte Contemporanea a cura del Prof. Vittorio Sgarbi, presso “Magazzino del Sale Torre”.
- Venezia – Maggio 2019, “International Contemporary Art, Venezia 2019”, Lo stato dell'Arte ai tempi della 58ma Biennale di Venezia, a cura del Prof. Giorgio Grasso, presso la Sala espositiva del Collegio Armeno Moorat-Raphael di Venezia, Palazzo Zenobio, Dorsoduro 2596.
- Lerici (SP) – Marzo 2019, 6^ Edizione rassegna internazionale d'arte “Premio Ligures”, presso il Castello San Giorgio di Lerici.
- Firenze – Marzo 2019, “Tra Figurativo e Informale”, mostra Internazionale d'Arte Contemporanea – Artexpertise, Galleria Merlino.
- Bologna – Febbraio 2019, XXIII Edizione “Arte a Palazzo”, mostra Internazionale d'Arte Contemporanea, presso Galleria Farini Concept.
- Firenze – Gennaio 2019, “Art Market” mostra internazionale d'Arte Contemporanea, Artexpertise, Galleria Merlino.
- Firenze – Dicembre 2018, “Art Symposium”, mostra internazionale d'Arte Contemporanea, Artexpertise, Galleria Merlino.
- Firenze – Novembre/Dicembre 2018, “Luci e Ombre” mostra internazionale d'Arte Contemporanea,Artexpertise, Galleria Merlino.
- Parigi – Ottobre 2018, Art Shopping “Carrousel du Louvre”, Salone Internazionale d'Arte Contemporanea.
- Londra – Ottobre 2018, “From Bologna to London” The Second London Art Expo by Galleria Farini presso Arthill Gallery.
- Genova – Settembre 2018, 23° Concorso Nazionale d'Arte Contemporanea “SaturARTE”, Palazzo Stella, Genova. Artista Segnalata.
- Venezia – Agosto/Settembre 2018, Artisti a Venezia VII e VIII Edizione, mostra internazionale di Arte Contemporanea, Galleria Accorsi Arte.
- Firenze – Luglio/Agosto 2018, mostra internazionale d'Arte Contemporanea “Art Showroom”, Artexpertise, Galleria Merlino.
- Genova – Luglio 2018, III Concorso Internazionale d'Arte Contemporanea “Satura International Contest”, Palazzo Stella – Artista segnalata.
- Torino – Maggio 2018, mostra internazionale di Arte Contemporanea “Futurarte” 2018: artisti visionari per l'arte e il mondo di domani, presso Museo MIIT.
- Firenze – Aprile 2018, mostra internazionale di Arte Contemporanea “Open Art”, Artexpertise, Galleria Merlino.
- Firenze - Marzo 2018, mostra internazionale di Arte Contemporanea “Trame d'Artista”, Artexpertise, Galleria Merlino.
- Firenze – Gennaio 2018, mostra internazionale di Arte contemporanea “Affordable Art”, Artexpertise, Galleria Merlino
- Firenze- 2017- mostra internazionale “Art Symposium”, Artexpertise, Galleria Merlino.
- Roma – 2017, mostra internazionale “Una solida leggerezza” (artiste contemporanee a confronto), Complesso di Vicolo Valdina, Camera dei Deputati.
- Firenze – 2017, mostra internazionale “Minimum/Maximum”, Artexpertise, Galleria Merlino .
- Firenze - 2017, mostra internazionale “Ragione e sentimento” Artexpertise, Galleria Merlino.
- Bruges (Belgio) – 2017, mostra internazionale, Expo Itinerante Egos XIV: Sala Mozart, Oud Sint-Jan Meseum.
- Roma – 2017, mostra Collettiva e Premio d'arte Internazionale “Nothing but Art” presso Palazzo Velli Expo.
- Bologna – 2017, mostra Collettiva “Traces de vie” presso Galleria Wikiarte.
- Roma – 2017, mostra internazionale “Art Sensations 2” presso Arte Borgo Gallery.
- Barletta – 2017, mostra collettiva “A conti fatti” presso Centro Culturale Zerouno, con il patrocinio della Fondazione G. De Nittis.
- Scandiano ( Reggio Emilia) – 2017, V Biennale d'arte “ArteinFiera”
- Reggio Emilia – 2017, mostra collettiva su invito “Domina in Fabula” presso Hotel Mercure Astoria.
- Reggio Emilia – 2016, Mostra Personale “ Women's Eyes” presso “Sipario”
- Reggio Emilia – 2016, mostra collettiva di Arte contemporanea “ Festareggio”
- Reggio Emilia – 2016, Mostra Personale “ Think deep Pink” presso sala espositiva MaxCafè
- Modena – 2015, mostra collettiva “X Memorial a Claudio Padovani” presso Sala “Paradisino”.

RECENSIONI

“I nostri esperti hanno valutato positivamente le sue opere pittoriche che denotano uno stile ricercato ed interessante, oltre ad una impostazione tecnica compositiva valida, in un tratto non trascurabile, che ne determina unicità e raffinatezza”.
Fondazione di Ricerca Scientifica Amedeo Modigliani – 2019

“Coinvolgente e raffinata, l'arte di Sabrina Veronese si presenta accattivante e intrigante. I suoi colori vibrano di emozione e delineano quelle forme che animano ardentemente ogni spazio e tempo. Sdraiato sul mondo ora pensieroso ora trasognante, in questa opera l'uomo scruta l'orizzonte: la mancanza di un volto ben definito lascia a noi l'immaginazione della sua espressione, sebbene il corpo e le sue gesta ne lascino trasparire i pensieri”.
Marco Grilli, Storico dell'arte, Critico, Curatore e Content Manager 2.0 – recensione per l'opera “Cosmos man” sul sito “Hookinart” - Artisti in evidenza.

“Nelle creazioni di Sabrina Veronese si evince da subito un esercizio pittorico reso estremamente raffinato da una pratica, che mantiene l'occhio fedele al dominio della percezione retinica studiata e tramandata dai pittori della tradizione classica. La perizia descrittiva denota una tecnica di esecuzione controllatissima e stimola l'osservatore a relazionarsi con le raffigurazioni proposte nel confronto diretto con esse e con lo scenario,che suscita stupore e coinvolgimento emozionale,attraverso l'artificio sensoriale innescato dal pensiero visivo...Nelle opere si aprono architetture di contorno fantastiche,scene e prospettive di vedute metafisiche, esaltate e valorizzate dalla luce e dai sapienti effetti tonali chiaroscurali. Lo spettatore viene indirizzato verso la memoria, alimentando la connessione con immagini acquisite dalla coscienza in una scrittura narrativa luminosa che sorregge l'articolazione spaziale in una visione emotiva, che attinge suggestioni dall'inconscio. Lo spazio lascia filtrare nuove gamme cromatiche annunciate da luci colorate, che si inseriscono e si insinuano nei piani della figurazione conferendo all'insieme forte impatto...Le opere di Sabrina sono un compendio dinamico di suggestioni eterogenee, dove ciò che colpisce fin dal primo impatto è proprio la solida fermezza che non riguarda unicamente l'impianto strutturale compositivo e sequenziale, ma piuttosto assegna al colore la funzione portante, caricandolo di intenso valore simbolico e di grande potenza ascetica e spirituale, così come è stato per grandi maestri del calibro di Dalì, Magritte e De Chirico. La componente tonale diventa fonte di rigenerazione, metafora della sintesi cromatica universale. La tavolozza è usata come emblema di sapienza e conoscenza, in cui il colore è concepito come apotropaico e catartico, portatore di forza e vigore, salute, splendore, sorgente di benessere, energia vitale, risurrezione e risveglio dei sensi... Si avvale di un linguaggio variegato per rendere comprensibile la completezza emozionale da cui si sente chiamata, sulla base delle propensioni esistenziali ed estetiche, azzardando anche speciali situazioni contenutistiche, che plasmano e aggregano insieme originali ed eclettiche coesistenze sceniche, conformi alle mutazioni del pathos che la anima. Compie una scelta intenzionale controcorrente per dare il massimo risalto ai risvolti psicologici in un ampio e multiforme campo esplorativo, nel quale riesce a imporre con impeccabile maestria il marchio indelebile ed esclusivo della sua personalità artistica...”
Elena Gollini, Curatrice, Giornalista e Critica d'arte – 2019

“...Ho riscontrato una bellissima pittura emozionale, rivolta ai paesaggi cosmici nelle armonie universali con un'energia sottesa che continuamente ricrea le visioni nella poetica dell'immaginario, mentre la figura umana è in simbiosi con l'universo nella trascendenza della sua spiritualità, dove la pittura, non è soltanto un messaggio di bellezza estetica, ma linguaggio dello spirito”
Carla d'Aquino Mineo, Critico letterario e di arti visive - 2020

“...L'artista surrealista Max Ernst in molte sue opere utilizzava delle tecniche che trovano ancora oggi riscontro con quelle della Veronese, quali appunto la texture e il frottage, in effetti alcune tecniche del passato sono tuttora adoperate dalla pittrice medesima, in quanto ella si avvale anche di quelle più antiche, come quella dell'affresco... L'artista in questione realizza attraverso delle tecniche miste delle scene di paesaggio fantasiose, dove ogni oggetto che viene scaturito da una qualsiasi energia naturale viene travolto dalla deformazione iconografica del soggetto operante che realizza l'opera manifesta... Il colore a olio riveste in maniera differente qualsiasi tipo di elemento iconografico, dato che l'opera risulta per alcune sue parti costituita da elementi e materiali differenti, come pietre, gesso e altro. Si intuisce come l'opera della pittrice Sabrina Veronese debba essere introdotta negli schemi razionali e comparati delle pittosculture e delle correnti artistiche del Sensorialismo materico in genere.”
Gianfranco Pugliese, Critico d'arte, recensione critica per il Catalogo “Permanente Dell'Arte Contemporanea Italiana”, Palazzo Falcone & Dei Principi Sanseverino - 2020

"Nel presente articolo intendo evidenziare l'artista poliedrica Sabrina Veronese. Nel corso della sua formazione sperimenta varie tecniche, tali da conferire in ogni opera un profondo dialogo con l'universo che si dipana tra tante esposizioni internazionali ed in numerosi cataloghi. Lo studio del Cosmo dunque, diventa l'oggetto di analisi delle tele che sembrano mutate in sublimate entità difficili da sfiorare. Veronese riesce egregiamente ad ipnotizzare i fruitori nel flusso dei colori, in particolare risalto diventano il blu e il giallo che attraverso apposite gradazioni rendono un notevole distacco tra corpo e anima.
L' anima diventa eternità e in questo senso la materia si profila come la spinta evocativa per esplorare la sospensione del mondo. Il Creato dunque, costituisce un'armonia di più universi che si disgregano in una momentanea collisione al fine di ritrovarsi in una densa completezza. La tonalità onirica di Sabrina Veronese approda verso un incipit che diverge lo sguardo oltre il Cosmo, al di sopra delle concrete vertigini, come se l'abbraccio del Cielo soffocasse l'approccio osservativo basilare, non sufficiente ad approdare lungo il brillio notturno delle nebule. Le stelle non si toccano con gli occhi, ma si sfiorano con il cuore."
Arianna Di Presa, Scrittrice e Critica d'arte - 2021


“L'artista associa nel suo percorso visivo particolari di immediata riconoscibilità con elementi fantastici, conducendo l'osservatore in mondi lontani e fantasiosi, dove il confine tra reale e immaginario si fa labile, trasmettendo quindi l'emozione dei suoi stati d'animo espressi liricamente attraverso un linguaggio simbolico e misterico ma assai significativo”.
Barbara Romeo, Critica d'arte - “Artisti '20” pag.469 – 2020

“I critici che hanno avuto la fortuna di potersi soffermare sulle opere di Sabrina Veronese hanno puntualmente e correttamente sottolineato come questa artista poliedrica riesca a “provocare”, nel senso migliore e più alto del termine, la curiosità e la sensibilità dell'osservatore che non può rimanere insensibile davanti alle sue opere.
Opere nelle quali l'artista riesce a infondere una sapienza profonda e antica che si palesa nell'utilizzo di una tecnica difficile e inconsueta, ma al tempo stesso coinvolgente e raffinata, capace di stupire e affascinare per la sua originalità davvero rara e provocatoria”.
Gabriele Fabbrici, Direttore del Museo “Il Correggio” (Correggio – Re) – 2019

“...Maschile e femminile, mente e anima, pragmatismo ed emozioni sono le contrapposizioni, o meglio gli opposti, che fanno parte dell'approccio filosofico all'arte di Sabrina Veronese, un'esortazione ad accettare le differenze, conciliarle e creare un mondo dove tutto è possibile, senza necessità di cercarlo in quell'infinito/indefinito troppo lontano per diventare un luogo reale ”.
Marta Lock, Scrittrice e Critica d'arte - 2019

“In occasione della II Art Expo Galleria Farini a Londra, si presenta al pubblico britannico con un'opera intitolata Venus ed afferente ad una più ampia serie chiamata Cosmos. Un lavoro che si avvale dell'uso di una tecnica che pone sullo stesso piano differenti materiali tali da determinare una pluralità dimensionale che non si ferma al solo supporto, ma emerge ed entra nel nostro spazio, quello reale. Stucco, sassi frammisti con pigmento ad olio sono i costituenti questa sorta di microcosmo che prende forma sino a tradursi in un macrocosmo esistenziale, di ricerca profonda, tesa ad un approfondimento della vita e dell'umanità.
Venus ed in generale la serie Cosmos pare quasi vogliano porre tanto l'osservazione della Veronese che quella dei fruitori, ad una distanza “di sicurezza”, una distanza tale da permettere una analisi del nostro mondo da una posizione privilegiata, scevra e libera da ogni qualsivoglia sovrastruttura, in grado, tuttavia, di non essere priva di sorprese ed affascinanti, quanto entusiasmanti fantasmagorie. L'artista, allontanandosi da altre grammatiche precedenti, narra qualcosa che è misconosciuto, immanente e che si avvicina persino da una tradizione artistica e scientifica del passato straordinaria. Fil rouge della sua poetica resta, senza dubbio, quella volontà di farsi voce di una armonia profonda, interiore ed esteriore, che accomuni estetica e riflessione ontologica.”
Azzurra Immediato, Critica d'arte, per il Catalogo “From Bologna to London”,II Art Expo Galleria Farini a Londra - archiviato nella Biblioteca dell'Università “Carlo Bo” di Urbino - 2018

“Un'arte zen, quella di Sabrina Veronese, che ricerca nell'armonia dell'Universo il senso ultimo dell'arte. L'uomo e la natura sono immersi simbolicamente in uno spazio infinito, a testimoniare l'essenza della vita, l'eterno e perfetto ciclo dell'esistenza, che l'artista declina attraverso il sentimento del bello, dell'amore, della condivisione. Affascinata da sempre dalla cosmologia, Sabrina Veronese concettualizza le sue opere, inserendo elementi della terra, come i sassi, il gesso, i colori ad olio ricchi di pigmenti cangianti che definiscono una poetica contemporanea legata anche al tema del riciclo nell'arte, all'utilizzo nella creatività di “reperti”della storia del nostro pianeta. I simboli mitologici ed astrologici riemergono in un linguaggio stilistico che si sviluppa tra la figurazione e l'astrazione, conservando uno sguardo rivolto al vero e al reale, reso poetico e spirituale dall'impostazione quasi metafisica delle composizioni, onirica, sospesa in uno spazio che diventa luce, tenebra, profonda immagine dell'anima dell'Essere”.
Guido Folco, Direttore Museo MIIT di Torino – Editore – Direttore “Italia Arte”- 2018

“ Sabrina Veronese è un'artista poliedrica e completa perché si approccia sia alla figurazione che l'astrazione. In questo evento si confronta nella sala della figurazione con due ritratti sorprendenti per vivacità, entusiasmo,grandezza. La sua è un'arte simbolica che affascina ed incuriosisce, due volti femminili dagli occhi grandi accolgono l'osservatore e lo lasciano fermo lì per diversi minuti: intanto da quegli occhi che tanto dicono, lo sguardo comincia a muoversi alla scoperta dei dettagli e coglie le posizioni, le mani, le unghie, i simboli (strumenti musicali, note, fiori, scarpe) che si aprono da una delle due teste a dimostrazione di come ci sia un mondo nella testa di quegli occhi fantastici. Da una pittura nata dall'intimo si percepisce gioia e pacatezza, maturità e positività in creazioni sorprendenti “ .
Anna Soricaro, dirigente Fondazione De Nittis – direttore artistico Zerouno – per la mostra “ A conti fatti” - 2017

“I dipinti di questa pittrice, dallo stile netto e pulito, ispirati dalla vita o dall'immaginazione, rimandano a una donna ideale, ma non necessariamente irreale, piuttosto auspicabile, perché nella sua completezza fisica e spirituale. Attraverso un percorso di elevazione e maturità, le protagoniste di Sabrina sono alchimiste di loro stesse e aiutano l'osservatore a intraprendere lo stesso viaggio, prendendolo per mano, e camminando insieme, raggiungendo la meta prefissa. Senza troppe sfumature,le tele della pittrice parlano chiaramente con semplicità e immediatezza, giungendo direttamente al cuore, come narrando una storia. Una storia che tutte le donne e gli uomini dovrebbero conoscere e narrare a loro volta, perché resti nel tempo e non venga dimenticata”.
Stefania Ferrari – Curatrice e Critica d'Arte,per la personale “Think Deep Pink” - 2016





sabrina-veronese