Segni della scultura 2018

La percezione del presente

SET 08

Quando? Terminato domenica 30 settembre 2018

Dove? Via Alessandri 39, Cagli, (Pesaro Urbino)

,

Torna a Cagli l'arte contemporanea con la settima edizione di Segni della scultura, organizzata dall'Associazione Culturale Bellosguardo e dall'Accademia di Belle Arti di Urbino, con il patrocinio del Comune di Cagli.

Dall'8 al 30 settembre 2018 a Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli, splendido spazio nel cuore del centro storico di Cagli, verrà allestita la mostra La percezione del presente dedicata a due affermati artisti marchigiani Bruno Marcucci e Bruno Mangiaterra.
La nota di presentazione del curatore, prof. Pino Mascia.

«Bruno Marcucci e Bruno Mangiaterra, entrambi formati nel ricco fermento artistico della nascente Accademia di Urbino, degli Aricò, Pozzati, Calzolari, Boatto, Schwarz, Trini, hanno nella loro ricerca affrontato un percorso artistico continuo e costante, sempre partecipi ai cambiamenti della scena artistica contemporanea. Anche se con risultati estetici molto diversi, hanno entrambi scelto l'abbandono dei codici rappresentativi tradizionali, per indagare principalmente "l'idea" e le processualità del "progetto" creativo. Una continua sperimentazione artistica che ha lo scopo di comprendere la complessità del presente e dei nuovi linguaggi.»

Il catalogo della mostra è pubblicato da Accademia di Belle Arti di Urbino e Comune di Cagli con la partecipazione dell'Associazione Bellosguardo.

La mostra sarà inaugurata sabato 8 settembre alle ore 18,00.

Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli - Via L. Alessandri, 39 - 61043 CAGLI (Pesaro Urbino - Marche)

Dall'8 al 30 settembre 2018

Orari: tutti i giorni dalle ore 16,00 alle 19,00.

Ingresso libero.

Informazioni
Ufficio Cultura: 0721 780731 - Ufficio Informazioni Turistiche: 0721 780773

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Luca Latini) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatamercoledì 29 agosto 2018