Biografia

TINA CATINO nata nel 1970 a Luogosano (AV); consegue il Diploma di Maestro d'Arte nel 1987 e quello di Matuità in Arti Applicate sezione Decorazione Pittorica all'Istituto d'Arte A. Vittoria di Trento nel 1989 e nel 1993 consegue il Diploma di Pittura alla Scuola del Prof. G. Giulietti dell'Accademia di Belle Arti di Firenze. Vive e lavora a Firenze

- 1993 COLLETTIVA allievi del IV anno della Scuola di Pittura G. Giulietti – Accademia di Belle Arti ( Fi )
- 1994 PERSONALE 'VIVE REALTA' – Sala Consiliare del Comune di Passignano sul Trasimeno ( Pg )
1995:
- COLLETTIVA 'GIOVANI ARTISTI' – Sala espositiva quartiere 1 Centro Storico ( Fi ) Ass. culturale 'Arte sotto un Tetto'
- COLLETTIVA 'GIOVANI ARTISTI' – Sala espositiva quartiere 1 Centro Storico( Fi ) Ass. culturale 'Arte sotto un Tetto'
- 1996 COLLETTIVA Ass. Culturale OPERARTE - Villa Montalvo Campi Bisenzio ( Fi )
- 1997 ARTE IN VEYRINA - Ass. Culturale Operarte – Campi Bisenzio ( Fi )
1998:
- COLLETTIVA e RICONOSCIMENTI per alti contenuti artistici all' 8° Concorso di Pittura da studio - Cortenuova
- COLETTIVA – Ass. Culturale 'OPERARTE' – San Piero a Ponti ( Fi )
- Alcune collaborazioni come aiuto scenografo presso il Teatro 'IL GORINEllo' – San Piero a Ponti ( Fi )
- 1999 PERSONALE – Jolly Hotel ( Fi )
- Collaborazione con Pitti Immagine per alcuni eventi.
2012:
- MOSTRA D'ARTE CONTEMPORANEA edizione ARTS & ARTS 2012 'SALONE dell'ARTE e del RESTAURO' Fortezza da Basso Firenze
- Partecipazione al XIV PREMIO INTERNAZIONALE D'ARTE SAN CRISPINO Porto Sant' Elpidio (Fm) conferimento del PREMIO SPECIALE DELLA CRITICA , giuria composta da: Critico d'Arte e Direttore della Galleria ARTEM di Bratislava ( Rep. Slovacca) Dott. Luboslav Moza, Prof.ssa Stella Calvani, Artista e Docente, Prof.ssa Francesca Corridoni, Docente, Mario Petrolli, Artista e Rappresentante Estero Prof.ssa Marianna Jurcovà.
2013:
- OPERE IN PERMANENZA GALLERIA D'ARTE ARONE& ARONE - Locri - Gerace (Rc)
- COLLETTIVA 'ARTOUR-O' Grand Hotel Minerva, P.zza Santa Maria Novella Firenze
- ESPOSIZIONE presso la GALLERIA AMART di Bruxelles con relativa presentazione del volume 'SEGNALATI' e assegnazione del 'PREMIO PERSONALITA' ARTISTICA EUROPEA 2013'
conferito dal Dott. Salvatore Russo e dalla casa editrice EA EDITORE.
- INSERIMENTO NEL PORTALE BEBOPART con attestato e critica di Sandro Serradifalco con pubblicazione sulla rivista EFFETTO ARTE a cura di Paolo Levi – anno 3 -numero 3 – maggio/giugno 2013 EA Editore
- COLLETTIVA D'ARTE CONTEMPORANEA 'INAEQUALIA, il diritto di essere uguali' con tema della violenza sulle donne. Organizzatori ARTSNET:UE & HEYART con il patrocinio del comune di Firenze. Esposizione presso la Chiesa S.Carlo dei Barnabiti, Firenze
- MOSTRA DI SELEZIONE per la X BIENNALE D'ARTE INTERNAZIONALE di ROMA - Galleria SMART di Sonia Mazzetta – Città di Fiorenzuola D'Arda (Pc)
- ESPOSIZIONE presso il MUSEO D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA sito all'interno dell'ex-monastero dei Benedettini di Monreale (Pa) con assegnazione del Premio Internazionale della Pace nell'Arte G.O.M.P.A. Conferito dal Sindaco di Monreale Avv. Filippo Di Matteo, dall'Ambasciatore della Pace nel Mondo S.A. Sacro Principe-N.H. Sandro Pulin e dall'editore e critico d'arte Sandro Serradifalco.
- PARTECIPAZIONE al PRESENT ART FESTIVAL – V meeting in SHANGHAI presso la Biblioteca Nazionale di Shanghai PU DONG
- CANDIDATA AL PREMIO 'LE MARAIS' con partecipazione all'evento espositivo presso le sale espositive della Galleria 'THUILLER' – rue de Thorigny,13 – 75003 Paris
- PRIMO CONCORSO NAZIONALE DI PITTURA Città di Cossato -
- MOSTRA DI SELEZIONE per la X BIENNALE DI ROMA 2014 GALLERIA IL COLLEZIONISTA - Roma
- THE NEW FLORENCE BIENNALE – IX EDIZIONE – Fortezza da Basso FIRENZE.
- PREMIO MICHELANGELO per la rilevanza stilistica. GALLERIA GADARTE – Firenze
- ART EXHIBITION Collettiva virtuale GALLERIA OPEN ART - Milano c. so Buenos Aires.
2014:
- I BIENNALE DELLA CREATIVITA' IN ITALIA a cura di Paolo Levi ( direzione critica), Sandro Serradifalco (direzione artistica) presentazione di Vittorio Sgarbi – Palaexpò - Verona
- PREMIO IL TEMPIO esposizione presso il Museo G. Sciortino di Monreale (Pa) a cura del critico d'arte Anna Francesca Biondolillo
- ARTEXPO' New York – presentazione di Salvatore Russo '70Artisti a New York - Stand EA editore
- Rassegna d'arte ' PERSONAGGI IN PRIMO PIANO', III Edizione e Premio 'I PERSONAGGI DELL'ANNO' – Associazione GALLERIA D'ARTE CENTRO STORICO – Firenze
- GALA' DE L'ART – Hotel de Paris – Montecarlo- Rassegna Nazionale d'Arte Contemporanea alle celebrazioni della festa della Repubblica Italiana nel Principato di Monaco.
- BIENNALE EUROPEA DELL'ARTE ITALIANA - PREMIO CITTA' DI VENEZIA - Centro Culturale 'MAISON D'ART' di Carla D'Aquino Mineo e Archivio MOnografico dell'Arte Italiana - Scuola della Carità - Padova
2015:
- II BIENNALE DI PALERMO - Palermo
- 'DONNA OGGI' rassegna d'Arte contemporanea - Galleria 'GADARTE' - Firenze
- PREMIO GUGLIELMO II - Museo d'Arte Moderna e Contemporanea - Monreale (Pa)
2016:
- CONCORSO INTERNAZIONALE “IncontrArte”- IV Edizione - Galleria Civica di Palazzo Loffredo associazione “In Arte Exhibit”con il patrocinio del Comune di Potenza e il sostegno della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno - Potenza - interventi di: Dario De Luca - Sindaco, omune Potenza - Annalisa Percoco - Assessore alla cultura, comune di Potenza - Angelo Telesca - Presidente Associazione In Arte Exhibit - Elda Libutti - Operatore culturale
Michele Albanese - Direttore Generale BCC Montepruno
- DONNA ANIMA MUNDI - Galleria GADARTE - Associazione Culturale - Firenze
- PREMIO MARC CHAGALL - Centro Accademico Maison d'Art- Rassegna Nazionale 'IL SOGNO nell'ARTE' - Presentazione critica di CARLA D'AQUINO MINEO - Vice coordinatore Nazionale DOMENICO PAVAN - Arch. DANIELE BELLU Presidente del gruppo Atlante 2000 - Presidente dell'Archivio Monografico dell'Arte Italiana MICHELE MAIONE
- ESPRESSIONI ARTISTICHE NEL MONDO MODERNO Mostra Collettiva - Pinacoteca d'Arte Moderna 'Le Porte' - Napoli. Presentazione a cura dello storico e critico d'arte prof. Rosario Pinto. Evento ideato e realizzato da: ASSOCIAZIONE CULTURALE 'NAPOLI NOSTRA'
- SPOLETO ARTE 2016 a cura di VITTORIO SGARBI - Palazzo LETI SANSI - con presentazione del libro 'La visione di C.' di CRISTIANO DE ANDRE' e GIUSEPPE CRISTALDI - Spoleto





Galleria di riferimento
Maison d'Art Padova a cura di Carla D'Aquino Mineo
Sito web: www.maisondartpadova.com



NOTE CRITICHE


Monografia a cura di Carla D'Aquino Mineo

INTRODUZIONE

Nell’attualità la cultura artistica è ampiamente diffusa, attraverso rassegne d’arte e diversificati mezzi di comunicazione nella tecnologia informatica. Essa vive gli influssi internazionali, che hanno contribuito alle importanti avanguardie del secolo scorso. Ecco che allora, nella continuità storica, dall’Impressionismo di Cézanne al Surrealismo di Magritte, dall’Espressionismo tedesco all’Astrattismo di Mondrian e Kandinsky, tutto converge verso un eclettismo di stili, in cui emerge la libertà del linguaggio artistico come espressione universale di sentimenti. In questo contesto culturale, si distingue nel panorama artistico italiano per autenticità nella modalità stilistica, la splendida arte pittorica dell’artista Tina Catino che nel racconto creativo coniuga la razionalità con il sentimento delle cose, cioè la tangibilità realistica con la dimensione sognante nella simbolica trasfigurazione del reale. Così, partendo dalla rappresentazione astratta, è andata approfondendo una sua visione ravvicinata della natura, e del suo mondo evocativo, approdando a spazi surreali

che rimandano ad una finissima lettura simbolica nella lirica interpretazione del reale. Alla fine, l’artista Tina Catino percorre una narrazione pittorica, in cui è evidente la tensione tra materia e fluidità, enigma e fantasia, dove trame di energia rendono dinamiche le visioni astratte, mentre decantano la sua libertà d’espressione nella poetica dell’immaginario. E proprio, l’espressione sognante ed inquieta dell’artista Tina Catino, manifesta le sue vibrazioni d’animo e la sua ansia di ricerca e conoscenza per tradurre pittoricamente l’invisibile del mondo apparente, attraverso una gestualità pittorica e materica che liricamente è memore di tracce del vissuto, ricordi che affiorano verso un’unità concettuale, dove l’emozione del colore in inserti materici, diviene rivelazione di intense sensazioni nel suo diario di vita. Sta qui il pregio nei dipinti materici dell’artista Tina Catino: le visioni astratte e surreali si abbandonano ad una scenografia meravigliosa della pittura per vivere una nuova dimensione interiore, che supera la tangibilità realistica delle cose in una narrazione allusiva, quanto, fantastica
nell’armoniosa coniugazione, tra geometria e fantasia del reale nella luce del sentimento.

Carla d’Aquino Mineo

LIRICO SOGNO NELLA POESIA DELL’IMMAGINARIO NEI DIPINTI DELL’ARTISTA TINA CATINO

Tra astrazione e realtà si snoda l’affascinante percorso creativo dell’artista Tina Catino, in cui è evidente l’elemento mobile e fantastico nella carica emozionale che si arricchisce di inserimenti materici, interpretando simbologie della vita in un’allusiva, quanto fantastica narrazione figurativa. Nascono, così, dipinti di onirica bellezza, in cui il mondo è ricreato fantasticamente con armonie inedite nella varietà dei fermenti ispirativi che rinverdiscono tra memorie ed abbandoni, dove il brillante cromatismo dei rossi fiammeggianti, i gialli dorati, gli azzurri intensi percorre nuove forme surreali nella poetica dell’immaginario. Oltre la stessa concettualizzazione dell’immagine, quindi, distingue la splendida arte pittorica di Tina Catino, in cui è evidente l’evocazione di un’arte surreale, da Mirò a Chagall per progredire nell’essenzialità di una pittura kandiskiana, in cui vi è l’esaltazione del ritmo lirico e quasi musicale di libere forme geometriche che svelano fluidità e trasparenze, prendendo il costrutto materico, quasi imponderabile per esprimere energia e potenza espressiva. Le opere d’arte appaiono, quindi, come se fossero sogni tridimensionali in una rappresentazione artistica che cerca di attuare movimento e stati d’animo stabilendo simbolicamente la posizione estetica degli oggetti nello spazio in originali creazioni che ripercorrono l’idea dell’assemblage. Le rapide e spontanee pennellate, tra velature di luminosità, rivelano nell’armonia cromatica raffigurazione dinamiche nel vorticoso turbinio di colori, mediante un’originale ed autentica modalità stilistica, libera da ogni forma precostituita che esalta nel colore l’espressione interiore, filtrando la realtà con un’apertura di lirica spiritualità. Ecco perché, si evidenzia nella preziosa arte pittorica dell’artista Tina Catino un eclettismo di linguaggio pittorico, da un astrattismo lirico di Kandinsky verso un ordine futurista nell’evocazione di Balla sino a certi esiti surrealisti per giungere ad un’ espressione oltre il reale nell’abbandono al sogno che s’inoltra nella sua dimora esistenziale e nei segreti meandri dell’inconscio. In tal modo, l’onirica narrazione aleggia nell’alchimia coloristica che orienta l’osservatore a messaggi visivi di una pittura concettuale e simbolica, interpretando diversificati temi esistenziali, dove il dato figurale, non è completamente escluso, ma interpreta la visione interiore dell’artista, tra enigma e poesia, razionalità e sentimento delle cose, mentre scorrono i misteri della vita. Ecco perché, i sogni tridimensionali, quasi scultorei di Tina Catino si aprono ad una dimensione sconosciuta e surreale, uno spazio infinito del pensiero come logos ideali di emozioni, trasfondendo trame di energia in una trasfigurazione visionaria del mondo visibile. La matrice futurista ed astratta è evidente nel dinamismo della gestualità astratta, dove la libertà d’espressione sognante ed inquieta manifesta la sua ansia di ricerca e conoscenza per tradurre pittoricamente l’invisibile del mondo apparente, attraverso una modalità stilistica che è memore di tracce del vissuto, momenti nostalgici verso un’unità concettuale che coniuga armoniosamente la tradizione con l’avanguardia in nuove geometrie illuminate da una luce astratta che pervade gli spazi dell’immaginazione. Sta qui il fascino nei dipinti dell’artista Tina Catino: l’intensità dei colori inseguono la poetica dell’immaginario
che si apre ad una scenografia meravigliosa, allusiva, quanto fantastica per vivere una realtà interiore alla ricerca dell’impossibile, manifestando l’odierna cultura avveniristica orientata sempre verso nuove espressive per un’inedita idea d’arte.

Carla d’Aquino Mineo



- 'Energia dominante' opera pubblicata sulla rivista EFFETTO ARTE - anno 3 - n° 2 marzo/aprile 2013 - EA Editore
' Il titolo di questa composizione, corrisponde al pensiero di una pittrice legata, certamente, alla pittura di tradizione, ma che è anche portatrice di una concettualità che nulla toglie alla poetica espressiva. Questa opera di Tina Catino è eseguita con notevole perizia, sia per ciò che concerne la vibrante parte atonale, sia per il disegno di impeccabile esecuzione formale.'

Paolo Levi

- 'Fonte vitale'
La rivelazione di questa immagine del tutto astratta ha per tramite un rigoroso disegno cromatico. Ci si trova di fronte a una tavolozza essenziale dove i colori sono stati scelti con motivazioni recise, come emblemi del bagaglio spirituale dell'artista. Lo spazio assume qui un'enigmatica profondità.

Paolo Levi

- L'artista trasfigura segno e colore secondo le indicazioni già tracciate dall'astrattismo. Coniugando le ricerche sul gesto e quelle sullo spazio pittorico, si propone come un sistema autonomo di segni che non rimanda ad altro che a se stesso. Alla vera Arte.

Sandro Serradifalco

- Le opere di Tina ad un primo sguardo sembrano enigmatiche, misteriose, però sicuramente pronte a comunicare e a condividere gli stati d'animo e le impressioni dell'artista. Dando ordine ai materiali priorità espressiva agli stessi Tina conferisce forma e linguaggio ai suoi soggetti e alle sue idee scardinando i dettami dell'iconografia consueta per allargare i suoi orizzonti espressivi e le sue possibilità narrative offrendo al fruitore la possibilità di capire il mondo con occhi diversi.

Sandro Serradifalco

- Le opere di Tina Catino sono basate sulla dicotomia luce/buio. Sono opere che esplorano la profondità degli abissi, le loro ombre, i loro misteri e con grande energia creativa tornano a nuova luce.
Una luce che squarcia il buio delle tenebre.
Il segno, nell'artista Tina Catino, si carica di significati taciti. Un segno che segue delle precise geometrie, e viene ad abitare la tela.
Le realtà descritte graficamente dall'Artista, sono estremamente affascinanti. Si caratterizzano per l'aristocrazia della forma e la cromia molto ricercata.
In un mondo contemporaneo dominato dal paradosso. In un mondo in cui la morale e lo sciocco bigottismo di massa hanno sempre il sopravvento.
La pittura di Tina Catino si fa portavoce di verità assolute.
Verità che riemergono dalla psiche e si presentano agli occhi dell'osservatore cariche di significati profondi.

Salvatore Russo

Opera premiata: Evasione (Premio Biennale Oscar dell'Arte)
- L'innesto materico rivela la sua concettualità, nella descrizione delle formule comunicative.
Un senso introspettivo evoca ogni gesto, catturato fra realtà ed emozione, con filtro di palpabile realtà.

Jean Charles Spina


-L'ARTE DELLE DONNE
Riconoscimento per la rilevanza stilistica
La struttura compositiva delle opere dell'artista Tina Catino, sempre unica ed originale, svela il suo grande amore per la materia e una spontanea forza creativa. Una coreografia istintuale di colore e materiali, accostati e valorizzati secondo un libero schema di forma, costituisce la struttura portante di una poetica compositiva di ampio respiro, che concretizza sentimenti e concetti. Una sintassi compositiva intrisa di elementi simbolici; un'arte che interpreta l'uomo e le sue vicende liberandosi dai preconcetti e dal manierismo, per meglio comprendere la complessità del rapporto tra reale ed io. Attraverso un'eccelsa e personale tecnica compositiva, si evince lo spessore di un talento che incanta il fruitore e si fonde con le sfumature più recondite della sua anima.

Serena Carlino

ENERGIA DOMINANTE e VORTICE INTERIORE
- Abbandoni del tempo e resti di trasformazioni umane recuperate ad espressioni artistiche. Essenzialmente stoffe con ancora addosso la malinconia di un passato di splendore e di utilità. Tina Catino ne individua la dignità e le fa riemergere nelle sue opere. Tese nel loro nuovo compito e in diversa posizione il manufatto incontra il colore. Sono i colori squillanti di chi vuole sollecitare senza consuete forme figurative ma l'idea creativa suscita curiosità prima, poi emozione ed infine si fa arte, ed allora non conta più la varietà dei materiali ma il piacere di scoprire un modo diverso di fare bellezza. Linee di colore si intrecciano con corde e tiranti, fondali monocromi si accendono di intense luminosità dando vita ad una tridimensionalità di forme geometriche semplici e ad un diverso affacciarsi sullo spazio, sul luogo, sull'ambiente. Vi è poi il momento in cui tutto sprofonda in un 'vortice interiore', un guardarsi dentro fatto di un colore rosso traboccante oltre la cornice, una minaccia capace di insidiare l'equilibrio di una vita calcolata, colore rosso per dare forza a ciò che non si vede, ma che tutto fa ribollire. Una straordinaria stesura che segna la validità di Tina Catino, artista che con i suoi materiali consente di fare all'attento osservatore una esperienza sia fisica che spirituale.

Giorgio Falossi

- RISORGIMENTO
Un sole che nasce dalle tenebre. Un sole che emana una luce straordinaria. Le realizzazioni pittoriche di Tina Catino si fanno portavoce di un mistero sublime. Sono delle pitto-sculture dalla grandissima energia. La luce sconfigge le ombre e viene ad abitare il nostro mondo. Un mondo che rinasce, dunque, dalle sue ceneri.

Salvatore Russo


- Una ricerca estremamente significativa, quella qui proposta dall'Artista Tina Catino. Una ricerca che parte dalle ombre delle tenebre, fino ad arrivare a scoprire la luce. Mistero come leit motiv di un percorso che vede la genialità del segno esprimersi in ogni costruzione della mente. Tina Catino crea delle vere e proprie architetture visive. Dei veri totem contemporanei che svelano i segreti di un mondo dominato dal caos della ragione. L'eruzione diviene l'emblema più significativo di un cambiamento voluto. Un'eruzione che nell'indagine di Catino si manifesta nell'esplosione di una condizione esistenziale che porta l'Io a dialogare con Es e Super Io. I dilemmi della mente diventano così l'oggetto di attenzione dell'Artista. Dilemmi che si traducono, attraverso quelli che vogliono definire 'nuovi altari della psiche'. Tina Catino crea, dunque, questi altari dove professare le sue volontà più segrete. L'astante si trova così a dialogare con i pensieri più intimi dell'Artista in una sorta di confessione spirituale che pone l'anima al centro di ogni rappresentazione.

Salvatore Russo


- RISORGIMENTO
L' autrice porge un messaggio spirituale tramite una visione immaginifica. In un costrutto astratto e geometrico, materiali diversi si coniugano armonicamente intorno al giallo luminescente di un corpo celeste che irradia speranza.

Paolo Levi


- PREMIO AFRODITE - Opera 'Vortice interiore' – Catalogo EIKONARTMAGAZINE - Federcritici
Arte Nigrescente traslogica
La percezione traslogica nigrescente possiede una matrice prevalentemente psicologica.
L'attività dell'artista si orienta alla ricerca di simboli, forme, linguaggi espressivi e modelli che hanno la funzione di rivelare gli aspetti dell'ordine universale celati nello spettro di luce infrarossa.
La ricerca si differenzia in due direzioni opposte, ma coincidenti dal punto di vista psicologico: il sacro e il profano.
Le opere 'sacre' disposte sulla fila verticale di sinistra, descrivono la scoperta dell'inconscio psichico collettivo in cui sono racchiusi i modelli di morte e trasformazione della libido (la crocifissione) che conducono al cambiamento di prospettiva ( trasfigurazione), e i modelli universali che tracciano l'ottuplice sentiero di metamorfosi dell'emozione alchemica in energia trascendente ( Viaggio 2).
La scoperta dell'inconscio collettivo induce a confrontarsi con le iniziazioni cristiane, quali la deposizione dell'ego corporeo (L'umo del telo) e le iniziazioni al vuoto assoluto recepite nella dimensione degli infrarossi, così come avviene nella meditazione zen (Ultime luci).
Le opere profane, invece, si confrontano con i simboli del potere sociale (scultura), personale ( Vortice interiore), intellettuale ( L'alchimista) e 'spirituale' (Revenge).
La spiritualità materiale è fondata sui pilastri del Mercato del Denaro che sostengono il Capitale. All'interno della struttura si muovono 'undici sfere', simbolo di un processo di de-costruzione che rappresenta la 'rivincita' delle emozioni

Federcritici

'Vortice interiore'
PREMIO TIZIANO (Quaderni dell'arte alchemica - Museo Hermetico - Federcritici)
...Sul piano dell'infrarosso, l'intuizione simbolica dell'artista (Tina Catino) riunisce con moto centricepo i dati sensoriali in una unità percettiva, mentre sul piano dell'ultravioletto affina la capacità di astrazione. Tale capacità , come facoltà centrifuga della psiche, è la sola capace di coniugare in sè tanto gli aspetti irrazionali dell'inconscio, quanto quelli razionali della coscienza, secondo una regola archetipica (la sezione aurea) che permette l'interpretazione dei fenomei nella loro globalità.

Federcritici

Formazione artistica

Nasce nel 1970 in un piccolo paese del sud Italia ( Luogosano - Av ); nel 1973 si trasferisce con la sua famiglia a Rovereto (Tn) dove frequenterà l'Istituto d'Arte A. Vittoria di Trento. Nel 1987 consegue il Diploma di Maestro d'Arte e nonostante avesse già la possibilità di accedere all'Accademia di Belle Arti di Firenze per proseguire i suoi studi artistici, decide di terminare anche l'ultimo biennio all'Istituto d'Arte, conseguendo così il Diploma di Maturità in Arti Applicate sezione Decorazione Pittorica . Nel 1989 si sposta a Firenze dove frequenta l'Accademia di Belle Arti diplomandosi nel 1993 in Pittura alla Scuola del Prof. G. Giulietti.
Terminati gli studi è costretta a cercare un lavoro per poter sostenere le spese per continuare a vivere a Firenze. L'arte per lei diventa un'attività secondaria, ma non per questo meno importante, anzi, sarà proprio la sua pittura a farle superare i momenti più neri della sua vita. Per Tina l'arte figurativa è il mezzo più adatto e importante per poter esternare il suo 'Io' interiore per ritrovare l'equilibrio con se stessa e il mondo esterno. Solo dalla fine del 2012 la pittura diventa la sua attività principale ed espone così, sia in Italia che all'estero, ottenendo riconoscimenti e Premi Internazionali. Vive e lavora a Campi Bisenzio (Fi).

Tematiche

Genere astratto

Tecniche

tecniche miste e spesso uso di materiali di recupero

Bibliografia

2013:
- Pubblicazione 'Luce propria' sulla rivista EFFETTO ARTE a cura di Paolo Levi- anno 3 – numero 1 Gennaio/febbraio 2013 - EA Editore
- Pubblicazione 'Energia dominante' sulla rivista EFFETTO ARTE a cura di Paolo Levi – anno 3 – numero 2- marzo/aprile 2013 – EA Editore
- Aprile: Pubblicazione sul mensile Arte editore Giorgio Mondadori.
- Maggio: Inserimento nel Catalogo Internazionale d'Arte 'SEGNALATI' a cura del Dott. Salvatore Russo - EA Editore - Palermo.
- Marzo-Aprile: Pubblicazione sul periodico bimestrale d'arte e cultura OVERART Diretto da Sandro Serradifalco – Anno II – numero 2 – marzo – aprile 2013.
- Maggio: Inserimento nel portale BEBOPART con attestato e critica di Sandro Serradifalco con pubblicazione sulla rivista EFFETTO ARTE a cura di Paolo Levi – anno 3 -numero 3 – maggio/giugno 2013 EA Editore
- Luglio: Pubblicazione sull'Enciclopedia d'Arte Contemoranea 'PROTAGONISTI DELLE NUOVE AVANGUARDIE 2013' a cura di Sandro Serradifalco – EA EDITORE - Palermo
- Luglio: pubblicazione su 'I MAESTRI DEL SECOLO' a cura di Salvatore Russo e Francesco Saverio Russo – EA Editore - Palermo
- Luglio: Pubblicazione sulla rivista bimestrale d'arte EFFETTO ARTE a cura di Paolo Levi nella rubrica IL GENIO NELL'ARTE - Anno 3-numero 4 - EA Editore - Palermo
- Novembre/dicembre: Rubrica 'L'ARTE DELLE DONNE' a cura di Serena Carlino con il riconoscimento per la rilevanza stilistica. Pubblicazione sulla rivista bimestrale d'arte e cultura EFFETTO ARTE diretto da Paolo Levi – anno 3 – numero 6 - EA Editore ( Pa).
- ANNUARIO 'ANALISI CRITICA' dalla tradizione classica al fascino dell'avanguardia a cura di Giorgio Falossi e Lorenzo Cipriani. Editore IL QUADRATO – Milano
2014:
- Catalogo Premio Afrodite, il cuore alchemico - III concorso d'arte contemporanea - Eikonartmagazine
- Marzo/aprile: Pubblicazione sul periodico d'arte e cultura OVERARTE. Anno III – numero 1 – EA Editore
- SEGNALATI a cura di Salvatore Russo – EA Editore – Palermo
- THE BEST Modern and Contemporary ARTISTS a cura di Salvatore Russo e Francesco Saverio Russo – EA Editore – Palermo. Presentazione del volume alla galleria Agostiniana di Roma
- PROTAGONISTI DELL'ARTE dal XIX Secolo ad Oggi - pittura, grafica, fotografia a cura di Paolo Levi – EA Editore- Pa
- ARTISTI - Annuario d'Arte Contemporanea a cura di VITTORIO SGARBI - EA Editore - Pa



Attestati / Premi

2012:
- PREMIO SPECIALE DELLA CRITICA al XIV Premio internazionale d'Arte San Crispino 2012 Porto Sant' Elpidio (Fm)
2013:
- PREMIO PERSONALITA' ARTISTICA EUROPEA Galleria AMART di Bruxelles
- PREMIO INTERNAZIONALE DELLA PACE G.O.M.P.A NEL MONDO Monreale (Pa)
- ATTESTATO DI SELEZIONE al progetto editoriale 'ARTISTI' a cura di Vittorio Sgarbi
- PREMIO NAZIONALE LETTERARIO E DI TUTTE LE ARTI in occasione della GIORNATA MONDIALE DELLE VITTIME DELLA STRADA Tema: 'L' Arte per un mondo che ami e rispetti la vita'. Organizzato dalla FONDAZIONE ELISABETTA E MARIA CHIARA CASINI ONLUS in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio e il Teatro Dante.
- PREMIO BIENNALE per le ARTI VISIVE OSCAR dell'ARTE per meriti artistici
- PREMIO MICHELANGELO per la rilevanza stilistica. GALLERIA GADARTE – Firenze
- PREMIO'L'ARTE DELLE DONNE' a cura di Serena Carlino con il riconoscimento per la rilevanza stilistica.
2014:
- PREMIO IL TEMPIO Riconoscimento ed esposizione presso il Museo G. Sciortino di Monreale (Pa) a cura del critico d'arte Anna Francesca Biondolillo
- PREMIO I PERSONAGGI DELL'ANNO 2014 - Associazione "GALLERIA CENTRO STORICO" - Firenze
2015:
- PREMIO GUGLIELMO II - Museo d'Arte Moderna e Contemporanea - Monreale (Pa)